Settembre27 , 2022

Castelli romani, giornata di archeo-trekking sul Monte Cavo

Imparentato

Four Seasons Milano, pranzi siciliani vestiti Dolce&Gabbana

L'executive chef Fabrizio Borraccino accoglie la grandiosa Sicilia attraverso la arte culinaria dello chef Massimo Mantarro, padrone di costruzione al ristorante il Principe Cerami al San Domenico Palace di Taormina

Mazzetti d’Altavilla in festa: ecco Mazzetti in Jazz e Piemonte Grappa

Con l'arrivo dell'autunno parte la 176ª stagione di distillazione di Mazzetti d'Altavilla affinché sarà arricchita da numerosi eventi con protagonisti il sostentamento, la musica e l'immancabile grappa

Arriva a Milano il Villaggio contadino della Coldiretti

L’appuntamento è a Milano al moderato Sempione, dal cittadella Sforzesco all’arco della Pace dal 30 settembre al 2 ottobre. Obiettivo, far toccare con mano la centralità e i primati dell’agricoltura italiana [...]

A Carpineto i protagonisti sono vino e street food

Carpineto, la griffe toscana dei grandi rossi situata a Montepulciano (Si), domenica 2 ottobre dal mattina fino a sera, apre i cancelli della sua tenuta più enorme, quella del Vino Nobile di Montepulciano

Il 20 agosto alle 9.30, partendo dai Campi D’Annibale a Rocca di Papa (sita nella Città metropolitana di Roma Capitale), si terrà una sessione di archeo-trekking sulla Via Sacra di Monte Cavo per andare alla ricerca del luogo di culto di Giove Laziale. L’escursione, organizzata da Dmo Castelli Romani è riservata a tutti gli amanti, e non, del connubio sport-natura-storia.

Il monte Cavo, con i suoi 950 metri sul livello del mare, è la seconda montagna per altezza del complesso dei Colli Albani detto anche Vulcano Laziale, quiescente da quasi 10.000 anni fa, ed è un cono vulcanico di scorie. Si trova nel comune di Rocca di Papa, all’interno del Parco regionale dei Castelli Romani.

 

Parco dei Castelli Romani, archeo-trekking sul Monte Cavo

L’escursione sarà guidata da Maria Cristina Vincenti, laurea in archeologia all’Università Tor Vergata, Museologa, Guida Ambientale Escursionistica Aigae e socia della Dmo Castelli Romani. Si percorrerà la strada che in antichità era utilizzata per giungere al luogo di culto di Giove Laziale, santuario confederale della Lega Latina. Il culto di Giove, tuttavia, con l’affermarsi dell’egemonia di Roma, venne poi spostato sul Campidoglio dove venne eretto un apposito luogo di culto dedicato a Giove Capitolino.

La Via Sacra conserva ancora oggi le antiche lastre di basalto che erano state posate durante la sua realizzazione e conduce fino alla sommità del monte. Lungo il tragitto si avrà l’opportunità di osservare tratti di sostruzione e alcuni falli votivi. Si arriverà al Belvedere per godere di un panorama mozzafiato dopo aver percorso 3 chilometri e superato un dislivello di quasi 126 metri.

Monte Calvo, un territorio ricco di storia e fascino

Anche il territorio calpestato è ricco di storia: il Monte Cavo, con i suoi 950 metri sopra il livello del mare, è il secondo per altezza nel complesso dei Colli Albani. Il Vulcano Laziale, padre della conformazione odierna del territorio, nella sua prima epoca vitale risalente a quasi 360.000 anni fa, diede vita ai colli che vanno dall’Artemisio al Tuscolo. Nella seconda epoca, 280.000 anni fa, si formò un vulcano più piccolo che andò poi a costituire l’apparato delle Faete, sulle cui pareti si trova proprio il Monte Cavo.

 

 

L’appuntamento con l’ecursione di archeo-trekking è fissato di fronte all’edicola di Piazza Giuseppe di Vittorio a Rocca di Papa e si consiglia di vestire con abbigliamento e scarpe comode, recare acqua, spuntino e un cappello per ripararsi dal sole. L’esperienza avrà una durata di due ore e mezza e prevede anche attività di benessere immersi nel bosco.

Prenotazione obbligatoria qui.