Luglio1 , 2022

Fs vara il Piano produttore decennale: investimenti fino a 190 miliardi. “Quarantamila le assunzioni”

Imparentato

Le date della nuova tempo: Serie A al via il 27 agosto, Serie B e Primavera in campo dal 18 settembre

Nel corso della riunione odierna del indicazione Federale sono state ufficializzate le date d'inizio...

Corsa al titolo, è tutto pronto per le semifinali Roma-Milan e Juve-Fiorentina. scontro visibili sul sito FIGC

Domani al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia il via alla Final Four: si parte alle 11 con la attacco...

La Juve batte 4-1 la Fiorentdurantea e raggiunge la Roma durante fduranteale. Domenica alle 17 la sfida per il titolo

Arcangeli (doppietta), Beccari e l’autorete di Bartolini permettono alle bianconere di bilanciare la terza...

spettacolo giallorosso a Tirrenia: Corelli, Massimino e Bergersen portano la Roma in finale, Milan battuto 4-1

Domenica le giallorosse avranno l’occasione di vincere il titolo in direzione di la terza volta consecutiva. Oggi alle 17...

Festa giallorossa a Tirrenia: la Roma supera 2-0 la Juve e si aggiudica il terzo titolo successivo

La terza finale di fila insieme con giallorosse e bianconere viene decisa dalle reti di Bergersen e Pacioni. Il tecnico...

ROMA – Ferrovie dello Stato presenta un Piano industriale che cimento a definire la direzione di marcia della società addirittura per i prossimi dieci anni. Il Piano prevede investimenti fino a 190 miliardi – con 40 mila assunzioni dirette nel decennio – e si pone questi obiettivi:
– le Frecce e l’alta velocità saranno portate all’interno degli aeroporti;
– sarà rinnovata la flotta dei treni regionali, che muove i pendolari;
– garantita la connessione in 4G sull’intera alta velocità;
– perfezionata l’integrazione tra binario e autobus;
– e rafforzato il trasporto merci anche grazie a intese internazionali.

E ancora;
– Fs raccoglierà le società controllate in quattro aree fondamentali;
– in questo modo, ad esempio, integrerà meglio una società come Anas (autostrade) dentro la strategia generale;
– tenterà in conclusione una maggiore autonomia energetica, anche con la creazione di impianti fotovoltaici.

Ferrovie, firmato il contratto nazionale: aumento medio di 110 euro e una tantum da 500

23 Marzo 2022

Questi obiettivi entrano in campo a un anno dall’arrivo del nuovo amministratore delegato Luigi Ferraris, in un contesto di pace sindacale, mentre la società centra un risultato positivo nel bilancio 2021 (con un utile di 193 milioni di euro) e il piano europeo di rilancio Pnrr prevede corposi investimenti in favore del binario.

Nel 2031, a proposito di bilancio, i ricavi sono attesi a 22,5 miliardi.

COMUNICATO STAMPA DI FS 
Giadrossi, presidente. Presentazione
Ferraris, ad. Presentazione (I parte)
Ferraris, ad. Presentazione (II parte)

Il pendolarismo

I pendolari italiani non viaggiano ancora come dovrebbero, ci dice il Rapporto Pendolaria di Legambiente. Fs cimento a migliorare ulteriormente le cose. Già Il 6 agosto 2021, la controllata Trenitalia SpA ha affidato ad Alstom la costruzione di ulteriori 150 treni elettrici destinati al trasporto regionale (per una spesa di 910 milioni di euro). 

I nuovi treni – di un solo piano e con una capienza media – saranno progettati e costruiti negli stabilimenti italiani di Savigliano, Sesto San Giovanni e Bologna, dove sono già prodotti i treni Jazz e Pop, con benefici per l’occupazione. I convogli, con videosorveglianza e predisposizione per il WiFi, sono riciclabili fino al 97% e riducono dell 30% le emissioni relativamente ai treni precedenti. Adottano il sistema Emrts, che li rende compatibili con i binari di molti altri Paesi comunitari.

Il Piano industriale prevede adesso l’acquisto di ulteriori 495 treni (Rock e Pop), per una spesa di 4 miliardi di euro.

Operai della Alstom costruiscono un treno Pop a Savigliano (Cuneo) 

Internet a bordo

Una connessione Internet adeguata cambia la qualità del viaggio in treno. Il Decreto numero 319 del 2021 ripartisce tra le Regioni italiani i 500 milioni del piano europeo di rilancio (Pnrr)  per l’acquisto di treni ad alimentazione elettrica o a idrogeno (il 50% dei soldi andranno al Sud). 

I nuovi treni dovranno avere obbligatoriamente climatizzazione, prese per la ricarica delle biciclette elettriche, sistemi per la rilevazione del numero dei passeggeri a bordo, videosorveglianza interna ed esterna attraalla volta di telecamere e monitor, e appunto una rete WiFi utilizzabile dai passeggeri.

Sull’alta velocità – da Torino a Napoli e alla volta di Venezia – Fs vuole garantire una connessione ad alta velocità, di tipo 4G. Più in generale, Fs investirà anche per proteggere le sue reti digitali, le biglietterie, i siti dagli attacchi hacker. Tutte le 2200 stazioni – promette il Piano industriale – saranno collegate tra loro grazie a una rete in fibra per migliorare le comunicazioni interne e di servizio.

Il lavoro

Fs stima che il suo Piano industriale decennale potrà generare 145 mila assunzioni: 40 mila dirette, dunque in capo al gruppo ferroviario nazionale (la maggioranza entro il 2026); e le altre nell’indotto (soprattutto tra piccole e medie imprese). Tra le figure più richieste, e che si teme di non captare del tutto, ci sono:
– operai generici,
– operai specializzati,
– ingegneri,
– staff specializzato.

!function(){“use strict”;window.addEventListener(“message”,(function(e){if(void 0!==e.data[“datawrapper-height”]){var t=document.querySelectorAll(“iframe”);for(var a in e.data[“datawrapper-height”])for(var r=0;r